Progetto

Presentazione del progetto

E' in corso di realizzazione il progetto "Staying on Side : How to Stop Match-Fixing" a cura di Transparency International, finanziato dalla Comunità Europea nell'emanazione del suo ente "Commissione per la Cultura e l'Istruzione" e co-finanziato dalla EPFL European Professional Football League. 

 

www.transparency.org

www.ec.europa.eu

www.epfl-europeanleagues.com

 

Il progetto ha lo scopo di contrastare e debellare il fenomeno delle partite truccate attraverso l'azione congiunta delle organizzazioni anticorruzione e delle leghe di calcio professionistico che mirano a proteggere i valori del gioco corretto e dell'integrità sportiva.

 

Si svolge in contemporanea nei paesi Europei : Gran Bretagna, Germania, Italia, Grecia, Portogallo, Lituania, ove in ognuno di essi i capitoli nazionali di Transparency operano in partnership con le leghe nazionali del calcio professionistico.

 

Transparency International Italia in collaborazione con la Lega Calcio Serie B sono i soggetti attuatori del progetto per l'Italia.

 

www.transparency.it

www.legaserieb.it

Date incontri ed eventi

Milano 9 Ottobre 2013

Sede Lega Calcio Professionisti Serie B

(media meeting)

Incontro con la stampa ed altri stakeholders.

Presentazione del progetto nella cornice dei suoi obiettivi e delle sue fasi attuative.



Roma 15 Gennaio 2014

Sala Tempio Adriano

(training workshop directed to all football clubs)

Workshop diretto ad una rappresentanza di tutti i clubs, con allenatori, calciatori, componenti dello staff tecnico e dirigenziale.

Sessione formativa per il multipliers.

 

 

Palermo 12 Febbraio 2014

Sede Palermo Calcio

(training workshop tailored for single club, including youngsters) 

Workshop diretto a singoli clubs per appartenenza geografica, con inclusione di squadre giovanili.

Sessione formativa per multipliers.

Laboratorio per definizione dei Protocolli di Protezione.



Brescia 12 Marzo 2014 (in mattinata)

Sede Brescia Calcio

(training workshop tailored for single club, including youngsters) 

Workshop diretto a singoli clubs per appartenenza geografica, con inclusione di squadre giovanili.

Sessione formativa per multipliers.

Laboratorio per definizione dei Protocolli di Protezione.



Brescia 12 Marzo 2014 (nel pomeriggio)

Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Brescia

(presentazione della Ricerca e “Round Table”)

Presentazione della Ricerca (indagine conoscitiva) sviluppata durante gli incontri e in altre forme indirette (questionari e interviste) sul tema del match-fixing.

Tavola rotonda su Etica e Calcio, con la partecipazione di esponenti di primo piano della storia del calcio italiano.



Roma 7 e 8 Aprile 2014

Sala Longhi, Unioncamere, Piazza Sallustio 21, Roma

(Evento finale progetto Europeo “How to Stop Match-Fixing”)

Fase finale del progetto Europeo (inizialmente previsto a Vilnius, Lituania, in seguito assegnato a Roma, Italia) con la partecipazione di Gran Bretagna, Germania, Italia, Portogallo, Grecia, Lituania, per mezzo dei soggetti che lo hanno realizzato: i chapters nazionali aderenti al network di Transparency International e le Leghe Calcio nazionali.

Vengono presentate le diverse declinazioni nazionali delle attività e definite le linee guida per i prossimi lavori congiunti a livello europeo.

Indagine Conoscitiva

La ricerca, svolta in collaborazione con l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e per mezzo di studiosi esperti in psicologia e in scienze umane, è una delle componenti del progetto.

 

Strutturata in tre fasi, attraversa ed analizza l'intero mondo del calcio per mezzo di questionari, focus group, interviste, per un totale di circa 500 soggetti partecipanti.

 

Obiettivo della ricerca è partire dai dati esistenti sulla conoscenza più statistico-quantitativa del fenomeno “match-fixing” per indagare “più nel profondo” le logiche e le modalità comportamentali associate alla pratica, e/o alla non pratica, della corruzione a fini di alterazione degli esiti delle partite.

 

In questa cornice, particolare attenzione verrà prestata ai modelli organizzativi delle società sportive in cui operano i giocatori, e delle federazioni e altri soggetti organizzativi con cui interagiscono, per futuri studi etnografici, sia interni, che relazionali con il territorio, delle organizzazioni stesse in relazione al tema dell’integrità (etica personale e collettiva, rispetto delle norme, cultura dell’adempimento della legge).

Formazione, Protocolli di Protezione, Follow-up

Formazione di 100 operators, 10 multipliers, 3 experts

 

Questi soggetti partecipano a vario titolo alle vicende che riguardano il mondo del calcio e, con diversi profili e competenze, sono attori del processo in atto che mira a contrastare, con azione sistemica operante su più fronti, il fenomeno complesso del match-fixing.

 

Gli operators sono gli operatori professionali appartenenti al mondo del calcio: calciatori, allenatori, arbitri, membri dello staff del club (staff tecnico e staff dirigenziale), vengono formati durante gli incontri di workshop e training formativo. 

 

I multipliers sono i moltiplicatori, diffusori e promotori del progetto e del suo messaggio, i quali nei mesi successivi, autonomamente, su base volontaria e per impegno civico promuoveranno il tema presso calciatori, operatori sportivi, istituzioni locali o società sportive ai fini dell'adozione dei Protocolli di Protezione, e presso l'opinione pubblica, attraverso la diffusione di dati e informazioni. Essi sono giornalisti, formatori, esperti di medicina sportiva, ex-allenatori, ex-calciatori, funzionari di Lega calcio.

 

Gli experts sono esperti di prevenzione e contrasto del match-fixing.

La “squadra” è pensata su due ambiti di competenza: strumenti di prevenzione/contrasto di natura giuridica e strumenti di prevenzione/contrasto relativi al modello organizzativo. Gli esperti portano al servizio del progetto le proprie competenze professionali e umane e forgiano i più opportuni strumenti di prevenzione e protezione grazie alla prova degli incontri e dei confronto con le componenti del mondo del calcio.

 

Protocolli di Protezione

 

Il core-concept
Poiché la questione partite truccate è un problema generato da molti fattori, può essere risolto con politiche sistemiche che combinano diverse azioni sinergiche .

L'approccio
Mentre gli aspetti normativi (in entrambe le leggi ordinarie e regole sportive) sono principalmente una questione che riguarda lo Stato e le istituzioni sportive , squadre di calcio e dei singoli giocatori potrebbero concentrarsi su misure di autoregolamentazione (attuare tutto quanto il possibile per conto proprio). L' idea è di combinare e mescolare un approccio di autoregolamentazione che assicuri un grado di autodifesa ed azioni che utilizzino lo sport – e il calcio in particolare - come un "motore" per l'etica nella più ampia cornice sociale della comunità nel suo complesso.


Denominazione 

Il concetto / termine di "protezione" è più forte di quello di "prevenzione" e il concetto/termine di "protocollo" indica una procedura collaudata e strutturata che assicura un certo grado di riuscita.
Il protocollo di protezione avrà due tipologie: uno per essere adottato dal club di calcio e uno da adottare individualmente dai giocatori .

Sviluppo 

Transparency International Italia sta sviluppando il protocollo attraverso un team che assembla diversi competenze e know-how, che comprende esperti di CSR (Corporate Social Responsibility), Etica, Finanza.

 

Attività di Follow Up 

 

Il progetto Europeo si conlclude ad Aprile 2014.

Poiché esso genera, oltre ad un'importante sensibilizzazione sull'argomento nel mondo del calcio e nella società civile, degli efficaci strumenti per contrastare il match-fixing e promuovere l'etica e l'integrità nel mondo dello sport, inizia subito dopo il periodo dedicato ai “Follow Up”, ovvero a tutta una serie di iniziative e traduzione in atto di quanto il progetto ha proposto, condiviso, realizzato.

In questo seconda fase saranno coinvolti Mondo dello Sport nel suo insieme, Ministeri, parti del Governo che già da ora si sono dimostrati attenti e pronti per una fattiva partecipazione ai lavori necessari per conseguire reali cambiamenti.

Definizione del progetto

Nome del progetto : Staying on Side : How to Stop Match Fixing

("Rimani in gioco : come porre fine alle Partite Truccate") 

 

Finanziatore : Il progetto è finanziato dalla Comunità Europea : Commissione Europea Direzione Generale Istruzione e Cultura
  

Beneficiario :  Transparency International

Budget (sovvenzione CEE) :   € 291.867,99

 

Durata del progetto :   18 mesi, dal 01.01.2013 al 30.06.2014


Partners :
Transparency International UK
Transparency International Italia
Transparency International Deutschland e.V.
Transparency International Grecia 

Transparency International Lituania
Instituto Universitario de Lisboa, Centro de Estudos de Investigação e Sociologia

Terze parti Private (forniscono co-finanziamento) : 

DFL Deutsche Fußball Liga GmbH
EPLF Associazione delle Leghe Europee Calcio Professionistico (sede in Svizzera)